rituale equinozio primavera

Rituale per l’Equinozio di Primavera

divisore

Avvertenza

Questo rituale per l’Equinozio di Primavera è piuttosto semplice, ma anche molto efficace.

Agisce direttamente sulla psiche di chi lo effettua, predisponendo alla realizzazione dell’obiettivo desiderato.

E’ essenziale formulare bene l’obiettivo e identificare gli eventuali ostacoli da rimuovere. L’eliminazione psichica dell’ostacolo porta all’eliminazione dello stesso anche nella vita materiale.

Fai attenzione prima di nominare persone, legami, situazioni e vincoli di varia natura reputandoli ostacoli. Forse l’ostacolo è solo un punto di vista e ciò che ti lega è solo dentro di te.

 

Preparazione al Rituale

Una veste nera col cappuccio (un accappatoio va benissimo)

Un piccolo tappeto rotondo oppure una coperta ripiegata

4 candele colorate piccole 1 gialla, 1 rossa 1 blu, 1 viola 

Fiammiferi o accendino

Petali essiccati, di rosa o qualsiasi altro fiore 

1 nastro nero o in gomitolo (facoltativo)

un vassoio per le candele

una ciotola o un cestino per i petali

Fai un bagno e indossa la veste nera. Se vuoi puoi utilizzare dell’olio essenziale floreale per profumare la stanza, ad esempio rosa, lavanda, geranio o un mix che ti piace. Puoi anche mettere della musica in sottofondo. 

Prendi un vassoio e mettici sopra le quattro candele con i fiammiferi.

Prendi una ciotola o un cestino e mettici dentro i petali. Se vuoi puoi metterci qualche goccia di olio essenziale per profumarli.

Metti la ciotola e il vassoio davanti al tappeto, il vassoio a destra e i petali a sinistra.

Se utilizzerai il nastro, ponilo accanto a te oppure se la tua veste ha una tasca metticelo dentro.

Quando sei pronta, spegni spegni tutte le luci e siediti sul tappeto a gambe incrociate, tenendo la schiena dritta.

Respira in quattro tempi (inspirazione, ritenzione, espirazione, polmoni vuoti) finché la tua mente sarà rilassata. Se sei più esperta, puoi praticare il Pranayama Nadi Sodhana per equilibrare la tua mente. 

 

Svolgimento dl Rituale per l’Equinozio di Primavera

Prima Fase

Distribuisci le candele intorno a te seguendo i punti cardinali:

giallo a est davanti a te

rosa a sud alla tua destra

azzurro a ovest dietro di te

verde  a nord alla tua sinistra

Guardati intono e osserva il tuo cerchio di candele spente. Quindi rannicchiati in posizione fetale, con la testa verso est. 

Respira lentamente fino a sentirti rilassata. Sei distante da mondo, sul fondo di una buca. Senti che la tua vita che ti ruota intorno. 

Pensa a  ciò che ti circonda e ciò che vorresti cambiare,  a cosa vorresti lasciarti alle spalle, a cosa vorresti ottenere.  Prendine coscienza.

Isola nella tua mente un obiettivo, uno soltanto. Quando sarà chiaro e lo vedrai distintamente nella tua mente, mettiti seduta.

Chiedi a te stessa, ad alta voce: Dove vuoi andare? Oppure: Cosa vuoi ottenere?

Rispondi ad alta voce: Voglio uscire alla luce e manifestarmi … . Oppure: Voglio seguire il mio cuore … (e descrivi il tuo obiettivo)

Oppure: Voglio realizzare la mia opera… (e descrivi il tuo obiettivo)

Facoltativo

Pensa alle cose che ti impediscono di arrivare dove vorresti. Prendi il nastro e legalo intorno al piede, ad un polso o legati le caviglie, oppure intorno al collo o al petto, insomma qualunque cosa rappresenti al meglio la tua situazione, mentre rispondi alla domanda

Chiedi a te stessa a voce alta: Cosa ti trattiene? Oppure: Cosa ti lega?

Rispondi a voce alta: Mi trattiene … (ad, esempio: la paura di fallire, la paura di restare sola, la paura di non piacere…). Oppure: mi lega … (nomina l’ostacolo o ciò che vorresti superare e lasciarti alle spalle)

Se non c’è nulla che ti lega, che ti trattiene o non ci sono ostacoli puoi anche saltare questo passaggio. 

Seconda fase

Rimani così qualche momento e poi inizia a cantilenare dondolandoti. Ripeti la filastrocca qualche volta, finché ti sentirai un po’ intontita.

Questo è il tempo in cui le catene dell’inverno sono spezzate

Questo è il tempo della vita che irrompe dalla terra

Questo è il tempo di rinascere

Ella torna dall’oscurità

e ovunque le cammina spuntano fiori

Accendi la candela gialla

Lei compie la sua danza 

Si riaccende la speranza 

Spargi i petali fino alla candela rossa e accendila

Il desiderio è la sua fragranza 

Il suo amore è un’alleanza

Spargi i petali fino alla candela azzurra e accendila

La sua moltitudine è mescolanza

Così Lei muta la sembianza

Spargi i petali fino alla candela verde e accendila

La scarsità diventa abbondanza 

Spargi i petali ma NON  chiudere il cerchio.

Invece, forma una spirale andando verso l’esterno della candela gialla.

Rimani così qualche momento e canticchia

Lei trasforma tutto ciò che tocca

Tutto ciò che Lei tocca si trasforma

Terza fase

Alzati in piedi: ora sei determinata.

Togli il cappuccio e guarda dritto davanti a te verso l’uscita della spirale e immagina di raggiungere il tuo obiettivo.

Sciogli il nastro e lascialo cadere ai tuoi piedi e visualizza ciò che ti trattiene come fosse inutile e non avesse più alcun potere su di te.

Sfila la veste e lasciala cadere a terra: ora sei pronta a sbocciare. 

Reggiti sulla gamba destra e punta il piede sinistro con l’alluce verso la candela gialla: la speranza è diventata possibilità.

Segui con la punta del piede  sinistro la strada di petali fino alla candela rossa: il desiderio è diventato volontà.

Continua a seguire il sentiero dei petali con la punta del piede fino alla candela azzurra: la tua mente ora è serena e vedi chiaramente il tuo obiettivo realizzato nel tuo futuro.

Prosegui il sentiero dei petali fino alla candela verde, la tua realizzazione.

Posa il piede sinistro a terra vicino alla candela verde, solleva il piede destro e portalo vicino alla caviglia sinistra tenendolo sollevato. Quindi compi il passo: esci dalla spirale mettendo il piede destro davanti alla candela gialla e  accanto metti il piede sinistro. Ora sie sbocciata. 

Ho seguito il sentiero illuminato

Camminando suoi suoi passi

Vado verso il mio sogno realizzato

Ora sei fuori dal tuo guscio e sei pronta a sbocciare. Guarda il sentiero che ti ha condotta fino a qui. Prendi il vassoio e ripercorri il cerchio ma all’esterno mentre raccogli le candele accese, sempre nell’ordine gialla, rosa, azzurra, verde, e le riponi sul vassoio lasciandole accese. 

Posa il vassoio a terra e, di nuovo, ripercorri la spirale in senso orario raccogliendo i petali. Metti anch’essi sul vassoio alla base delle candele. 

Se hai usato il nastro poni anch’esso sopra i petali, come un oggetto inerte. 

Epilogo del Rituale

Prendi il vassoio  e mettilo su un tavolo, sulla finestra, sul balcone. Osservalo e guarda verso l’orizzonte, verso est, verso il tuo futuro, lasciando che le candele si consumino. Appena potrai, sbriciolerai i petali e gli spargerai su un terreno erboso, in un prato, in un aiuola o in un bosco. 

divisore